terapie strumentali

TERAPIE STRUMENTALI

Queste terapie utilizzano ultrasuoni, correnti elettriche, onde elettromagnetiche eccetera, il cui impatto sui tessuti genera una catena di reazioni biologiche che si traducono in specifici effetti terapeutici: attenuazione del dolore, attivazione de metabolismo locale, decontratturazione o tonificazione muscolare e così via.

Elettrostimolazione

È una tecnica che prevede l’utilizzo di un apparecchio, l’elettrostimolatore, applicato a uno o due muscoli, il quale produce stimoli che determinano contrazioni. Viene utilizzata per recuperare o rafforzare la tonicità muscolare, ad esempio dopo un’operazione chirurgica o un infortunio, scolpire il corpo e bruciare le riserve di grasso localizzato.

 Ionoforesi

Consiste nella somministrazione di un farmaco attraverso l’epidermide utilizzando la corrente prodotta da un particolare apparecchio. In questo modo il farmaco viene applicato direttamente nella parte del corpo interessata dalla patologia senza l’uso di aghi, senza provocare danni a organi o tessuti e con un effetto più intenso e prolungato.

 Laserterapia

Questa tecnica si avvale di diverse tipologie di laser per produrre una radiazione elettromagnetica non invasiva e praticamente indolore, con effetto analgesico sulle fibre nervose, antinfiammatorio su muscoli e articolazioni, biostimolante sui tessuti molli e connettivi, vasodilatatore sul microcircolo. È particolarmente indicata per borsiti, tendiniti, lombalgie, sciatalgie, ematomi, trattamento delle cicatrici eccetera.

Tecarterapia

La tecarterapia sfrutta il calore per attivare i naturali processi antinfiammatori e riparativi, stimolando l’energia dall’interno dei tessuti biologici. Svolge un’azione analgesica sulle terminazioni nervose, drenante dei tessuti e stimolante della funzione del circolo periferico. È indicata per le lesioni traumatiche e muscolari, l’artrosi, la tendinite, la tallonite, la lombalgia, la sindrome del tunnel carpale e anche per la cura della cellulite.

Tens Terapia

Questa tecnica consiste nell’inviare degli impulsi elettrici sulla cute attraverso delle placche elettroconduttive. Stimolando le fibre nervose, la Tens neutralizza i segnali dolorifici e favorisce la produzione da parte del corpo di beta-endorfine, sostanze con azione analgesica. È utile in caso di cervicale, tendiniti, lombosciatalgia, mal di schiena, periartrite della spalla eccetera.

 Ultrasuonoterapia

È un trattamento che utilizza le vibrazioni delle onde sonore con frequenza superiore alla nostra soglia d’udito. Queste onde penetrano in profondità attraverso i tessuti generando calore e procurando un micromassaggio, con effetto analgesico e antinfiammatorio, decontratturante dei muscoli e stimolante per il metabolismo. L’ultrasuonoterapia è indicata in caso di contratture muscolari, artrosi, ematomi eccetera.

 Mirror box

È una tecnica per curare la sindrome dell’arto fantasma, cioè la sensazione anomala di persistenza di un arto dopo la sua amputazione o dopo che questo sia diventato insensibile, ad esempio in seguito ad ictus. Il soggetto affetto da questa patologia ne avverte la posizione e accusa sensazioni spesso dolorose. La Mirror Box è una scatola con un gioco di specchi al centro: il paziente inserisce l’arto sano in un lato della scatola e quello amputato nell’altro. Lo specchio mostra il riflesso dell’arto sano dove dovrebbe esserci quello amputato e nel cervello del paziente si crea l’illusione di avere ancora entrambi gli arti: questo provoca una sorta di corto circuito cognitivo, cancellando l’arto fantasma.